RESOCONTO TAVOLO DEI DIRETTORI
ABBIATEGRASSO, 22 NOVEMBRE 2016

Erano presenti:

Marco Fantoni (Opera)
Patrizia Rossi (Rozzano)
Mirko Ferrini (Inveruno)
Roberto Giuliani (Abbiategrasso)
Mauro Portaluppi (Rosate)

 

Staff: Federico Scarioni, Valentina Bondesan e Massimiliano Spinello.

Ordine del giorno:

  • Problematiche relative al gestionale di automazione bibliotecaria in uso
  • Modalità di comunicazione tra le diverse componenti dell’area di cooperazione (biblioteche, staff, comuni, organi di governance, utenza, ecc.)


Problematiche relative al gestionale di automazione bibliotecaria in uso

Lo staff ha introdotto la discussione riepilogando quanto discusso nella precedente riunione del maggio 2016 in merito alla necessità di valutare un cambio del software gestionale dell’automazione bibliotecaria in uso (Q Series), non più ritenuto adatto alle esigenze delle biblioteche.

Durante il periodo intercorso tra la precedente e la presente riunione sono state avviate dallo Staff interlocuzioni con il fornitore del software Q Series (Mediatech Group srl) per capire se, parallelamente all’effettuazione degli opportuni approfondimenti sulle offerte di mercato, è possibile (e opportuno) valutare la sostituzione di Q Series con altri prodotti di Mediatech Group, che sta ultimando la presentazione della propria suite denominata “Qloud”, i cui due primi moduli (messaggistica e OPAC) sono già in utilizzo da parte delle biblioteche della Fondazione, mentre i rimanenti due (catalogazione e circolazione) sono – stando a quanto dichiarato da Mediatech – in fase di rollover.
Una soluzione del genere, se valutata opportuna, presenterebbe il vantaggio di preservare l’integrità della base dati (a cui Q Series è collegato) dei prestiti, delle anagrafiche, del catalogo e delle varie tabelle di relazione; inoltre il lavoro avviato con Fastbook sulla catalogazione potrebbe proseguire senza interruzioni sfruttando le personalizzazioni effettuate negli ultimi mesi. Naturalmente se fosse possibile adottare questa soluzione occorrerebbe valutare l’effettiva presenza di questi vantaggi e al tempo stesso la qualità del prodotto.

A tal proposito Mediatech Group ha presentato un progetto (allegato) che prevede precise tempistiche e contenuti di questo upgrade, il cui rispetto è stato posto come fondamentale affinché la proposta possa essere presa in considerazione.

Il Tavolo Direttori si è riservato di verificare attentamente l’applicazione dell’aggiornamento Mediatech, esprimendo al tempo stesso contrarietà alla proposta, contenuta nel progetto allegato, di costituire un gruppo di lavoro, poiché sulla base delle pregresse esperienze si è portati a ritenere che le decisioni vengono spesso assunte a priori.

Il Tavolo Direttori ha espresso la volontà di effettuare una valutazione in prima persona dei software “Clavis NG” e “Sebina OpenLibrary” in modo da avere un quadro più completo delle possibilità il prima possibile e poter così esprimere un orientamento consapevole che tenga conto di quanto offerto dal mercato, potendo così comparare le offerte di Mediatech con quelle dei competitor di questa.

A tal fine si è deciso di effettuare nel mese di dicembre una visita alle biblioteche di Cinisello Balsamo (Clavis NG) e ad una del SBNEM (Sebina OpenLibrary) per poterne valutare pregi e difetti “sul campo” e attraverso un diretto confronto con gli operatori addetti al banco prestito. La Fondazione organizzerà gli incontri e ne darà comunicazione.

In occasione della prossima riunione plenaria, prevista per gennaio 2017, sarà effettuato il punto della situazione.

Modalità di comunicazione tra le diverse componenti dell’area di cooperazione (biblioteche, staff, comuni, organi di governance, utenza, ecc.)

Tutti i membri del Tavolo Direttori segnalano la presenza di un deficit comunicativo tra la Fondazione e le biblioteche in merito a programmi e decisioni assunte. Spesso le decisioni vengono assunte senza confronto (o con confronto insufficiente) e sfuggono in buona parte i programmi e le linee di indirizzo adottate. Questa situazione, oltre ad essere preoccupante, indebolisce le potenzialità (alte) della rete cooperativa della Fondazione.

In questa situazione si verificano frequenti casi di mancata inclusione o comunicazione, che indeboliscono, tra le altre cose, le buone intenzioni legate ad es. alla “Quota cultura” e ad altre iniziative spesso di per sé utili e interessanti.

Occorre evitare che la previsione di contributi a parte rispetto alla quota ordinaria generi disparità tra i comuni ed è necessario fare uno sforzo per spiegare e condividere le varie iniziative, anche al fine di permettere alle biblioteche a loro volta di programmare e gestire le proprie risorse.

Non risulta sempre chiaro quali siano le priorità né come le risorse vengano impiegate; l’assenza da oramai quasi cinque anni di un coordinatore tecnico è un altro fattore ritenuto di evidente criticità.

Questo stato di cose genera diffidenza da parte dei bibliotecari, convinti che grazie alle potenzialità della nostra Rete sarebbe possibile invertire la tendenza.

Il Tavolo Direttori ha esortato lo Staff a farsi promotore di una proposta che renda più trasparenti le azioni della Fondazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Aiuta la tua biblioteca, sostieni le biblioteche della Fondazione per Leggere.

Donando il tuo 5X1000 alla Fondazione Per Leggere - Biblioteche Sud Ovest Milano darai un aiuto concreto alle biblioteche del tuo territorio, compresa quella del tuo comune. Le aiuterai a crescere, contribuendo ad aumentare il patrimonio di documenti a disposizione di tutta la comunità, a migliorare i servizi offerti e sviluppare nuovi progetti.

Nel modulo della dichiarazione dei redditi (CUD, 730, Unico) c’è un riquadro per la "SCELTA PER LA DESTINAZIONE DEL CINQUE PER MILLE DELL'IRPEF".

Firma e inserisci il CODICE FISCALE della Fondazione Per Leggere - Biblioteche Sud Ovest Milano, 05326650966 (oppure indicalo al commercialista/Caf), nello spazio dedicato al "Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, ecc.”

 

 

IN EVIDENZA

-- Progetto MammaLingua: fase operativa (focus day marzo-aprile 2017)

Riepilogo azioni previste

Cronoprogramma

Modulo formativo

-- Chi legge va lontano: il passaporto delle bambine e dei bambini Nati per Leggere Lombardia --
Nati per Leggere Lombardia ha acquisito da Nati per Leggere Campania il Passaporto delle bambine e dei bambini, quale strumento per incentivare l'iscrizione alle biblioteche dei bambini in età prescolare.  
Al 2014 infatti gli iscritti 0-5 anni alle biblioteche in Lombardia si  attestava sotto il 10% della popolazione complessiva di riferimento, un dato che si ritiene essere sottodimensionato rispetto al reale a causa dell'abitudine di operatori e genitori a non iscrivere il bambino utilizzando la tessera del genitore per il prestito librario. Per questo motivo con il progetto regionale 2015 (Comunicare NpL e l'offerta delle biblioteche ai bambini in età prescolare e alle loro famiglie - 4a Fase) il coordinamento lombardo ha deciso di realizzare il Passaporto delle bambine e dei bambini NpL Lombardia per motivare i genitori a iscrivere i bambini in biblioteca e per creare l'abitudine a frequentarla con i bambini fin da piccoli.
Alla pagina http://www.natiperleggere.it/index.php?id=149 i materiali disponibili a promuovere l'iniziativa e il modulo per l'acquisto.

Sono inoltre disponibili in bcd le copie della Bibliografia Nazionale 2015 e quelle della bibliografia multilingue Mamma Lingua. Per la richiesta di entrambe rivolgersi ad Alessandro Colombo.

Tutti i costi relativi ai materiali promozionali saranno detratti dai budget di spesa dell'acquisto centralizzato.

In questa sezione trovate informazioni a cura della Fondazione.

Si rimanda al sito istituzionale per qualsiasi altra esigenza http://www.natiperleggere.it/.

In particolare

  • LETTORI VOLONTARI NPL- sono 35 le persone formate e certificate. E' sempre disponibile in linea l'elenco dei nominativi e relativi contatti per cominciare a conoscere le risorse umane da utilizzare sul territorio della Fondazione. Per visualizzare l'elenco cliccare qui
  • a questa pagina http://www.sistemasudovestbresciano.it/Npl2/ è possibile visionare quantità e tipologia di materiali a disposizione IN FORMA GRATUITA in quantità limitata, oltre a tutti i documenti, sino a ora prodotti, dal gruppo di lavoro regionale. Npl Lombardia ha stabilito che ogni utlizzo dei materiali debba essere circostanziato e centralizzato. Ciò al fine di evitare sprechi e razionalizzare risorse e azioni sul territorio. Alla voce "DISTRIBUZIONE DEL MATERIALE" appare la ripartizione proposta e il modulo di richiesta, che dovete compilare e fare pervenire in fondazione alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Nella distribuzione/diffusione dei pieghevoli per i genitori e dei segnalibri vi invitiamo a:
    - privilegiare i canali di comunicazione con le famiglie che non frequentano la biblioteca;
    - utilizzare altri contesti (ambulatori pediatrici, consultori, corsi di italiano per stranieri);
    - privilegiare la consegna a mano del materiale, accompagnata da un'interazione personale.
  •  il Coordinamento lombardo di Nati per Leggere ha deciso di aprire una pagina su FACEBOOK dedicata alle attività Nati per Leggere nella nostra regione: <https://www.facebook.com/natiperleggerelombardia>.  La pagina intende proporsi come vetrina delle iniziative promosse dagli operatori e dai servizi impegnati nella diffusione della lettura precoce in famiglia. Intende anche costruire e facilitare contatti e scambi con i neogenitori, destinatari privilegiati di questa iniziativa. Per rendere la pagina FB NpL Lombardia vivace e attiva è indispensabile la collaborazione delle biblioteche, a partire dalle seguenti semplici azioni:
     - cliccare Mi piace dai vostri profili personali e invitare i vostri contatti, soprattutto lombardi, a fare altrettanto
     - cliccare Mi piace anche quando postate come pagine FB di biblioteche, sistemi bibliotecari, associazioni, altro
     - condividere, mettere i like, commentare i contenuti della pagina
    Queste azioni arricchirebbero notevolmente la pagina:
    - segnalare pagine e profili delle biblioteche lombarde da inserire nel database regionale in fase di implemetazione
    - segnalarci eventi, servizi, gruppi di volontari in attività, inviare immagini di qualsiasi tipo relative ai servizi per la prima
    infanzia forniti dalle biblioteche o presenti sul territorio e coinvolti nel progetto.
  • è tuttora in corso il censimento dei PEDIATRI attivi nel programma nazionale o che intendono aderire all'interno delle nostra rete di comuni. Schede, nominativi e recapiti dei pediatri vanno inviati sempre alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

Referente territoriale NPL Lombardia
Valentina Bondesan