Mostra Agenda 2030 – Bi-Uso

SE L’AGGIUSTO C’È PIÙ GUSTO…

La biblioteca del riuso

Chi rompe paga, e i cocci sono suoi…
E se dai cocci nascesse qualcosa con un valore ancora più grande: quello dell’incontro, del passaggio di competenze, delle nuove impreviste relazioni, del beneficio arrecato al mondo e alle prossime generazioni? E se chi rompesse non solo non pagasse, ma addirittura risparmiasse? È questa la filosofia che anima i Repair cafè.
In un Repair cafè le persone condividono una dotazione variabile di strumenti insieme alle proprie competenze per riparare tutto ciò che, rotto, si butterebbe.
La crescita economica non è sufficiente per ridurre la povertà se non si tratta di una crescita inclusiva e se non coinvolge le tre dimensioni dello sviluppo sostenibile: economica, sociale e ambientale. Questo dice l’obiettivo 10 dell’Agenda 2030 e coincide con la vocazione delle biblioteche per le quali “la libertà, la prosperità e lo sviluppo della società e degli individui sono valori umani fondamentali” (Manifesto IFLA-UNESCO)

Riparare anziché ricomprare è un’azione che… fa bene al pianeta!

  • evita il carico di CO2 che gli oggetti di nuova produzione portano con sé, alleggerendo il processo energivoro dello smaltimento dei rifiuti.

Riparare anziché ricomprare è un’azione che… fa bene alle persone!

  • consente loro di imparare dagli altri, secondo un modello di apprendimento tra pari, che è molto pratico e, proprio per questo, efficace;
  • valorizza le loro competenze, rendendo ora l’una ora l’altra “erogatrice” di formazione a seconda della propria storia e abilità;
  • permette loro di risparmiare, evitando di comprare nuovi prodotti quando è possibile riparare i vecchi;
  • permette loro di essere autonome. L’Unione Europea parla da tempo di diritto alla riparazione, ossia la possibilità della cittadinanza di accedere non solo a pezzi di ricambio, ma anche alle informazioni per avere cura degli oggetti in modo indipendente per non sentirsi alla mercè dell’obsolescenza programmata dalle case produttrici.

Riparare anziché ricomprare è un’azione che… fa bene alle biblioteche!

  • le rende spazi vivi di condivisione e creazione di conoscenza e luoghi in grado di impattare concretamente sulla vita delle persone
  • le allinea al mandato IFLA Unesco di essere “agente essenziale per lo sviluppo sostenibile” e di consentire “la creazione e la condivisione di conoscenze di ogni tipo, comprese quelle scientifiche e locali, senza barriere commerciali, tecnologiche o legali”.

BIBLIOGRAFIA

 

Sezione in allestimento – Torna a visitarci presto

IL PANNELLO