Mostra Agenda 2030 – Energia in Comune

INSIEME PER CAMBIARE L’ENERGIA…

Energia in Comune

 

Nel contrastare sul lungo periodo il cambiamento climatico e le diseguaglianze sociali, l’energia, la sua gestione e la sua accessibilità, ed in particolare la sua  sostenibilità, riveste un ruolo centrale.

Ad oggi l’accesso all’energia è essenziale per:

Il lavoro – La sicurezza – Il contrasto al cambiamento climatico – La produzione alimentare – L’aumento dei redditi.

Nel prossimo futuro risulterà essenziale:

  • Garantire l’accesso a servizi energetici che siano convenienti, affidabili e moderni
  • Aumentare la quota di energie rinnovabili nel consumo totale
  • Migliorare l’efficienza energetica
  • Facilitare l’accesso alla ricerca e alle tecnologie legate all’energia pulita
  • Promuovere gli investimenti nelle infrastrutture energetiche e nelle tecnologie dell’energia pulita
  • Implementare le infrastrutture e migliorare le tecnologie per fornire servizi energetici e sostenibili

Perché una Comunità Energetica Rinnovabile

 

Per le Biblioteche poter non solo essere utili al pianeta mettendo in circolo energia prodotta da fonti rinnovabili, al posto di quella derivata da fonti fossili, ma anche contribuire ad aumentare il benessere dei cittadini, può e deve essere una grande opportunità. Le Biblioteche, in collaborazione con aziende del settore e con le amministrazioni locali potrebbero valutare in quest’ambito la creazione o l’adesione ad una Comunità Energetica Rinnovabile (CER).

Le comunità energetiche rinnovabili sono forme organizzative basate sulla produzione e l’autoconsumo dell’energia elettrica. Tale sistema permette a intere comunità, sia singoli cittadini che imprese locali, di trarre beneficio dalla produzione in loco di energie rinnovabili.

L’idea alla base delle comunità energetiche rinnovabili è che la produzione di energia elettrica, mediante fonti di energia sostenibili, sia alla portata di tutti e che tutti possano partecipare alla produzione, allo scambio ed alla commercializzazione della stessa. Si tratta di creare delle piccole centrali capaci di fornire, tutte insieme, energia sostenibile a un’intera comunità. Le biblioteche potrebbero valutare di assumere il ruolo di socio prosumer, cioè divenire produttori di energia oltre che consumatori. Ciò significa che l’energia prodotta e non utilizzata dalla struttura sarà ceduta a tutti i soci consumatori. All’interno di una Comunità Energetica Rinnovabile, infatti, sono indispensabili tanto i soci produttori che quelli consumatori. La reciprocità e interdipendenza è totale e positiva. Una lezione tangibile su cosa sia e come funzioni una comunità in senso lato.

BIBLIOGRAFIA

 

Sezione in allestimento – Torna a visitarci presto

IL PANNELLO