Mostra Agenda 2030 – Piantare lungo i B-OrDi

BIBLIOTECHE E ORTI DIDATTICI PER LA SOSTENIBILITÀ

 

Piantare lungo i B-OrDi

Gli orti didattici sono uno strumento strategico non solo per esplorare il rapporto tra natura e alimentazione, ma soprattutto per comprendere l’importanza di rispettare l’ambiente imparando a prendersene cura collettivamente.

La creazione di orti didattici cittadini in uno spazio pubblico come la biblioteca può rappresentare un’opportunità preziosa per coinvolgere persone di tutte le età
in un’attività stimolante che induce a riflettere su questioni centrali per salvaguardar e il futuro del Pianeta:

  • rispetto della Natura e della biodiversità
  • educazione alla stagionalità e alla ciclicità degli esseri viventi
  • adozione di uno stile di vita consapevole
  • limitazione dell’impatto dell’agricoltura intensiva sull’ecosistema

I bibliotecari possono contribuire al perseguimento di questi obiettivi sfruttando la propria funzione di mediatori e costruendo una comunità educante composta da esperti, agricoltori del territorio, volontari, insegnanti, bambini e ragazzi:

Grazie al coinvolgimento di tutte queste figure è possible intraprendere le azioni neces sarie per realizzare un orto didattico condiviso:

  • selezione delle piante e dei vegetali
  • raccolta e condivisione dei prodotti

Per sensibilizzare la comunità e accompagnarla durante tutto il progetto è inoltre indispensabile affiancare a queste azioni momenti divulgativi per condividere il valore stesso del progetto che nasce dalla volontà di iniziare un percorso di rinnovata sinergia con l’ambiente in cui viviamo senza limitare le risorse delle generazioni future. Proprio seguendo questa aspirazione vogliamo “mettere radici per essere liberi di cogliere (il) domani”.

Il progetto ha come obiettivo quello di sfruttare gli spazi a disposizione della biblioteca: terrazze, balconi, cortili o finestre. Si punta quindi a ottenere piccoli orti in vaso oppure in serre o in coltivazione idroponica:

  • Coltivare erbe aromatiche e ortaggi di stagione autoctoni, se possibile
  • Realizzare schede descrittive per ogni pianta indicando le procedure migliori di coltivazione e i possibili impieghi
  • Adottare un approccio da economia circolare per la concimazione recuperando scarti alimentari del personale e degli utenti in biblioteca
  • In fase di potatura fare essiccare gli sfalci, in caso di erbe aromatiche si possono mettere da parte per cederle agli utenti
  • Organizzare attività didattiche con le scuole del territorio
  • Promuovere in biblioteca incontri con esperti per illustrare le proprietà delle colture
  • Creare una collezione libraria dedicata e pensata per le diverse fasce di età

BIBLIOGRAFIA

 

Sezione in allestimento – Torna a visitarci presto

IL PANNELLO