Fondazione Per Leggere è felice di annunciare la pubblicazione di un Instant book sulla lettura ai tempi del covid-19, probabilmente il primo in Italia.

Edito dalla Fondazione Per Leggere, curato da Luca Ferrieri, Federico Scarioni e Paolo Testori, contiene gli scritti di 19 autori e le immagini di 10 artisti.

Questa pubblicazione segna il rilancio della piccola casa editrice interna “Fondazione Per Leggere Edizioni” sul mercato, con la collana “Millelibri”, che si specializzerà in volumi di settore dedicati alle biblioteche.

“Sono molto soddisfatto della pubblicazione di questo volume” dichiara il Presidente di Fondazione Per Leggere Gianfranco Accomando “Perché segna l’avvio di un progetto che sognavamo di rilanciare da tempo, ovvero la nostra casa editrice interna e specializzata nel mondo delle biblioteche. Sono molto soddisfatto anche della scelta del primo volume che abbiamo pubblicato, perché affronta un tema innovativo ed è forse il primo Instant Book del genere ad essere stato pubblicato: la lettura, e quindi tutto ciò che le è connesso, al tempo del covid-19. E’ una riflessione a più voci, un lavoro corale, che mischia stili e competenze diverse e coinvolge autori provenienti da mondi differenti (bibliotecari, librari, editori, lettori) uniti dal comune denominatore della lettura. A tutti gli autori e gli artisti che hanno collaborato va il mio ringraziamento, così come ai lettori perché, grazie al loro acquisto, sosterranno il nostro progetto di raccolta fondi Sostieni la Lettura per acquistare nuovi documenti rivolti a chi ha difficoltà di accesso nella lettura.” 

Il volume, pubblicato l’8 maggio 2020 è:

#iostoacasaaleggereepoi?
Biblioteche, librerie, lettori ed editori di fronte al covid-19

Le informazioni complete sul volume, acquistabile in formato cartaceo e ebook, sono reperibili a questo link: https://www.fondazioneperleggere.it/iostoacasaaleggereepoi/

“Può darsi che per un periodo più o meno lungo, l’unica possibilità di abbracciare gli altri sia rappresentata dalla lettura”

“Quello che leggete è il diario di quei giorni, dal punto di vista dei bibliotecari, dei librai, degli editori, dei lettori, di tutti gli operatori e i protagonisti del mondo del libro. Un racconto corale, una riflessione a più voci, consapevole della propria provvisorietà.”